logo

Dubbi, domande, curiosità?
Non esitare a chiedere!

+39 02 96709100 Via P. Togliatti, 27 - 21047 Saronno (VA) Via G. Parini, 1 - 21047 Saronno (VA) Scrivici un messaggio
Seguici
Image Alt

Notizie

  /  Notizie

La distorsione è la perdita momentanea ed incompleta dei rapporti articolari tra due capi ossei proporzionale all’intensità e alla durata del trauma: deriva dall’applicazione di una forza che eccede i limiti di resistenza tensile delle strutture capsulo-legamentose ma che è inferiore alla resistenza delle ossa che compongono l’articolazione. Le cause distorsive Le distorsioni possono essere causate o da meccanismi diretti, come per esempio eventi traumatici, o da meccanismi indiretti, tra cui le cause più comuni sono: corsa su terreni irregolari; cadute o atterraggi dopo salti; cambi di direzioni improvvisi; e gli sport in

Per diastasi addominale si intende l’eccessiva separazione a livello longitudinale della muscolatura retto-addominale che può avvenire dopo una gravidanza. Anatomicamente il muscolo retto dell’addome è formato da due parti, quella di destra e quella di sinistra tenute insieme da una striscia di tessuto connettivo chiamata linea alba: durante la gravidanza la muscolatura e la linea si allargano e si espandono per far in modo che all’interno della cavità addominale possa essere ospitato il bambino e questa è una situazione assolutamente normale che avviene in tutte le donne che affrontano una gravidanza. La

Cos’è il valgismo di ginocchio? Le ginocchia valghe, o più comunemente chiamate “ginocchia ad X”, sono caratterizzate da una deformità angolare a carico dell’articolazione, che la porta a cedere e deviare verso l’interno, o meglio verso la linea mediana del corpo. Il fisiologico allineamento degli arti inferiori avviene nel bambino nell’età compresa tra i 5 e i 18 anni, con una progressione dal varo al valgo nei primi 7 anni di vita. Il valgismo di ginocchio ha un’incidenza maggiore nel sesso femminile e prevale nei soggetti in sovrappeso e obesi. Le possibili cause

In Italia l’aspettativa di vita è tra le più alte in Europa, siamo uno dei paesi con l’età media più alta. È necessario, tuttavia, domandarsi come mantenere il più a lungo possibile uno stato di benessere psico-fisico e il nostro stile di vita influenza molto la qualità della stessa. Se la sedentarietà è da sempre un grave problema di salute pubblica, tale da esser stata identificata nel 2012 dall’OMS come 4 causa di morte nel modo, l’attuale contesto storico ha notevolmente aggravato la situazione. Coloro che non raggiungono gli obiettivi minimi settimanali di

Il Blood Flow Restriction Training, conosciuto come BFR è una modalità di allenamento che consiste nella restrizione parziale del flusso sanguigno, attraverso l’applicazione di un device esterno costrittivo posizionato nella zona prossimale del braccio o della coscia, che impedisce il ritorno venoso causando un accumulo di sangue nel muscolo. Anche se i meccanismi fisiologici che portano a tali effetti non sono ancora ben chiari, si suppone che lo stress metabolico associato alla tensione meccanica del carico sollevato, agiscano sinergicamente nel mediare numerosi meccanismi secondari fino alla crescita muscolare. Il Blood flow restriction viene utilizzato sia in ambito

Buona parte delle lesioni da sovraccarico negli sportivi avvengono a livello dei tendini che sono quelle strutture formate da tessuto connettivo, da collagene (90%) e da elastina (2%) che collegano i muscoli alle ossa e che hanno il ruolo di trasmettere le forze ripetute tra la parte contrattile muscolare e l’inserzione ossea per rendere, di conseguenza, possibile il movimento delle articolazioni. Che cosa sono i tendini? I tendini sono strutture vascolarizzate ed innervate, avvolte da tessuto fibroso e da guaine sinoviali (che hanno il compito di preservarne l’integrità attraverso la produzione del

Per mantenersi in forma e in salute non è necessario compiere allenamenti intensi e faticosi ma possono bastare anche quelli a intensità moderata come la camminata. Camminare è un gesto motorio naturale, basti pensare che una delle prime cose che fanno i bambini dopo che hanno imparato a stare in piedi è proprio camminare. La camminata è una attività accessibile a tutti, può essere fatta a tutte le età  e non ha controindicazioni,  a meno che ci siano infortuni articolari o problematiche particolari. Non esiste nemmeno una preparazione specifica e questo fa

Le temperature e l'umidità elevate mettono a dura prova il nostro corpo, specialmente durante l'esercizio. In queste condizioni, infatti, tutti i sistemi dell'organismo compiono un super lavoro per mantenerci in condizioni di freschezza. Svolgere attività sportiva con il caldo non è semplice proprio per i potenziali fattori di rischio che comporta. Durante il movimento, in presenza di temperatura alta e umidità, aumentano il rischio di spossatezza, i cali di pressione e la perdita di lucidità. Una temperatura particolarmente elevata riduce notevolmente la capacità dell’organismo di regolare il calore interno, con

Il complesso addominale è formato da tutti i muscoli presenti nel nostro corpo nella parete addominale che comprende la zona tra il margine inferiore del torace e il margine superiore del bacino e si occupano, tra le tante funzioni che ricoprono, anche di quella di protezione degli organi interni presenti tra cui il fegato, i reni, lo stomaco, l’intestino e il pancreas. Tali muscoli, insieme a quelli del tronco, oltre al ruolo di protezione, svolgono anche un ruolo fondamentale per il mantenimento della postura e del movimento, per la stabilità e

Con l’arrivo della bella stagione e con le vacanze alle porte i ritmi quotidiani cambiano. Ma cosa possiamo fare per non fermarci e rimanere in forma?   Con la chiusura della scuola e la fine della stagione corsistica, con le vacanze che possono essere collocate in diversi momenti dell’estate e con l’arrivo del caldo è facile perdere la routine dell’allenamento ed è facile non avere tanta voglia di allenarsi con il rischio di fermarsi per tutto il periodo estivo. Perciò, cosa fare? Un buon consiglio è quello di evitare lo stop completo dell’attività fisica